Convulsioni del bambino durante il sonno - Guesehat.com

Se viene menzionata la parola sequestro, ciò che ti viene in mente potrebbe essere un corpo che si scuote, trema e perde conoscenza per un momento. Tuttavia, i segni delle convulsioni non sono evidenti nei bambini, lo sai. Anche all'inizio, i genitori spesso non si rendono conto che c'è qualcosa che non va nel loro bambino.

Le convulsioni si verificano generalmente quando le cellule del cervello hanno un'attività elettrica anormale, interferendo temporaneamente con i normali segnali elettrici nel cervello. "È come un cortocircuito nel cervello", afferma Adam Hartman, MD, assistente professore di neurologia e pediatria presso il Johns Hopkins Children's Center di Baltimora.

Sebbene fino ad ora i medici non siano stati in grado di determinare la causa delle convulsioni, l'epilessia è considerata la causa più comune del problema. Poi, ci sono anche cose che si ritiene possano scatenare convulsioni, come traumi alla nascita, problemi cerebrali e squilibri chimici. Le convulsioni sono anche più suscettibili a quelle vissute dai neonati e dai bambini più piccoli.

Riconosci i segni delle convulsioni nei bambini

Poiché i tipi di crisi che colpiscono i bambini sono diversi da quelli sperimentati dagli adulti, è importante che i genitori conoscano i segni. Ecco i segnali a cui prestare attenzione:

  • Convulsioni febbrili. I segni di un bambino che ha un attacco febbrile sono la rotazione degli occhi e la rigidità o il sussulto delle gambe. Circa 4 bambini su 100 dai 6 mesi ai 5 anni hanno avuto almeno una volta questo problema, che è scatenato da una febbre alta, cioè con una temperatura superiore a 102°C.
  • Spasmi infantili. Questo raro tipo di crisi si verifica spesso nel primo anno di vita di un bambino, di solito tra i 4 e gli 8 mesi di età. I segni sono che il corpo del bambino si irrigidisce e si piega in avanti, oppure la schiena, le braccia e le gambe si irrigidiscono e si inarcano improvvisamente. Gli spasmi infantili tendono a manifestarsi prima e dopo il risveglio o dopo l'alimentazione. Queste crisi possono verificarsi centinaia di volte al giorno.
  • Convulsioni focali. Il tuo bambino suda, vomita, la sua pelle diventa pallida e uno dei suoi muscoli si contrae o si irrigidisce, come un muscolo di un dito, di un braccio o di una gamba. I bambini soffocheranno anche, schioccheranno le labbra, piangeranno e perderanno conoscenza.
  • Crisi di assenza (piccolo male). Lo sguardo del bambino sarà vuoto, quindi sbatterà le palpebre rapidamente o stringerà la mascella. Queste crisi di solito durano meno di 30 secondi e si verificano più volte al giorno.
  • Convulsioni atoniche. Il bambino perderà improvvisamente la funzione muscolare, quindi è debole e non si muove. La sua testa cadeva improvvisamente, o se stava strisciando o camminando cadeva a terra.
  • crisi toniche. Alcune parti del corpo del bambino, come le mani e i piedi, o l'intero corpo si irrigidiscono improvvisamente.
  • Convulsioni miocloniche. I gruppi muscolari nel corpo del bambino, di solito il collo, le spalle o la parte superiore delle braccia, si contrae. Le convulsioni si verificheranno tra qualche giorno di seguito.

Cosa fare se il bambino ha le convulsioni?

Consulta un medico se pensi che il tuo bambino stia avendo un attacco. "Se possibile, fai un video di lui che ha un attacco per mostrarlo al dottore", ha suggerito il dott. Hartman, che è anche membro della sezione di neurologia dell'American Academy of Pediatric (AAP).

Quando il tuo bambino ha un attacco, presta attenzione a quanto segue:

  1. Quanto dura il sequestro.
  2. Le convulsioni iniziano in qualsiasi area del corpo, sia nelle mani, nei piedi o negli occhi. Quindi nota se lo spasmo si diffonde ad altre aree del corpo.
  3. Come il movimento sequestro, se gli occhi sono vuoti, a scatti o rigidi.
  4. Cosa stava facendo il bambino prima del sequestro.

È spaventoso vedere un bambino avere un attacco. Ma la cosa principale da fare è assicurarsi che sia protetto dagli infortuni. Tieni lontani gli oggetti duri, come mobili e giocattoli, quindi lascialo rotolare su un fianco per evitare che soffochi se vomita in qualsiasi momento. Non cercare di mettergli qualcosa in bocca. Portalo immediatamente dal medico se il bambino ha difficoltà a respirare, il suo corpo diventa blu, ha un attacco per più di 5 minuti o non dà alcuna risposta per 30 minuti dopo il sequestro.