Miti alimentari che possono causare contrazioni

Cosa preoccupa di più le donne incinte all'età di 9 mesi di gravidanza? Contrazioni lisce e travaglio.

Entrando nel 9° mese, quasi tutte le donne incinte devono essere attente a rilevare le contrazioni ogni minuto che passano. Essere vigili va bene, purché non consumi la tua mente, mamme. A 9 mesi di gravidanza, dovresti prepararti al travaglio con il giusto atteggiamento. Uno di questi è essere intelligenti nel rispondere ai miti sul cibo per provocare contrazioni, entrambi miti ottenuti tramite riferimenti correlati o basati su storie di altre donne incinte. Tutto deve essere confermato prima con un team di medici. Questo perché l'esperienza e la gestione da un individuo all'altro sono sempre diverse.

Allora, com'è questo dal punto di vista medico? Esistono davvero alimenti utili per avviare un normale parto secondo gli standard della medicina ostetrica? Dai un'occhiata ad alcuni esempi di miti nella comunità, insieme a fatti e raccomandazioni reali dei medici per rendere il tuo parto senza intoppi.

Leggi anche: 5 supercibi per le donne incinte

Mito 1

Il cibo piccante è buono per stimolare le contrazioni in modo che il bambino nasca rapidamente.

Fatti: Non esistono dati scientifici e molto validi che affermino che il cibo piccante fa male al feto o può innescare le contrazioni. Durante la gravidanza, a parte il contenuto di alcol nel nastro e nel durian, le donne incinte in realtà non hanno determinate restrizioni dietetiche. Il cibo piccante non è un problema per la salute del feto e non influirà prima o poi sul parto. In termini medici, si spiega che quando le donne incinte consumano i peperoncini, il piccolo non mangia né sente i peperoncini piccanti. I bambini assorbono solo l'essenza e le vitamine contenute nei peperoncini.

Quasi la stessa condizione nelle madri che allattano. Il composto di capsaicina, che dona al peperoncino una sensazione piccante, può infatti essere contenuto nel latte materno se la madre lo consuma durante l'allattamento. Ma il contenuto di questi composti non può influenzare il latte materno per essere piccante per la lingua del bambino. Altre influenze possono venire anche dal suggerimento delle mamme come madre. Più credi che un pizzico di peperoncino possa avere un effetto negativo sul bambino, il suggerimento di solito ha un effetto davvero negativo sulla salute del bambino.

Dalla gravidanza, il cibo piccante generalmente colpisce solo la madre. Se il peperoncino consumato supera la dose normale, le donne in gravidanza possono avvertire bruciore di stomaco o diarrea. Se la diarrea è abbastanza grave, può causare irritazione. Questo effetto di irritazione gastrica è effettivamente avvertito dalle donne in gravidanza. Tuttavia, è spesso interpretato erroneamente come un fattore scatenante per le contrazioni.

Leggi anche: Ops! Questi sono alcuni tabù per le donne incinte!

Mito 2

Bere olio di lenticchie (olio di cocco) può facilitare il parto.

Fatti: Simile all'olio d'oliva, il consumo di olio di cocco è molto benefico per la salute mentale delle donne in gravidanza. L'effetto rilassante dell'olio di cocco fa sentire le donne incinte calme e rilassate nella preparazione al parto. Il capo del dipartimento di ostetricia e ginecologia FKUI-RSCM, Budi Imam Santoso, ha rivelato che l'olio di cocco viene assorbito nel tratto digestivo, mentre il parto normale avviene attraverso la vagina, quindi non esiste una correlazione specifica tra i due. Invece, ha suggerito che le donne incinte si concentrino maggiormente sul mantenimento del loro peso durante la gravidanza per comodità durante il parto. Il processo di consegna regolare è influenzato dalla forza della donna incinta, dalle dimensioni del bacino e dalle dimensioni del bambino. Attraverso questa spiegazione, si può concludere che l'olio di cocco è davvero buono per le donne in gravidanza, anche se non in senso buono per levigare il canale del parto.

Mito 3

L'acqua di cocco giovane è buona da bere per stimolare le contrazioni.

Fatti: Non ci sono ricerche che dimostrino questo mito perché la consegna regolare è influenzata da vari fattori. L'acqua di cocco giovane è nota per essere efficace per rendere il liquido amniotico bianco e pulito. Inoltre, l'acqua di cocco verde è anche salutare perché contiene elettrolita. Chiunque, comprese le donne incinte, può bere acqua di cocco verde per mantenersi in forma e mantenere i propri bisogni nutrizionali.

Mito 4

Se consumato poche settimane prima del parto, l'ananas può effettivamente indurre la nascita di un bambino.

Fatti: L'ananas contiene bromelina, che può aiutare a contrarre la cervice e a indurre il travaglio. L'ananas è effettivamente sicuro da mangiare in quantità ragionevoli. Questo frutto giallo contiene fibre e acqua in quantità molto elevate in modo da poter superare la disidratazione nelle donne in gravidanza. Inoltre, l'ananas è anche ricco di vitamina C e acido folico che fa bene alla crescita fetale. L'ananas è incline a consumare troppo quando il feto è ancora giovane, perché innescherà il feto a lasciare il tempo specificato (prematuro).

Dottor Moh. Baharuddin, Sp.OG, ha spiegato MARS, in realtà lo sviluppo del mito dell'ananas che causa aborto spontaneo nella comunità è causato dalla natura del frutto che può innescare una sensazione di bruciore di stomaco nello stomaco. "Il bruciore di stomaco è ciò che provoca le contrazioni, quindi può innescare un aborto spontaneo", ha spiegato. Tuttavia, se consumato solo in piccole quantità, l'ananas non provoca contrazioni che portano ad aborto spontaneo, come riportato da healindonesia.com.

Mito 5

Pulisci il pavimento e fai una mossa squat (accovacciarsi) accelererà il processo di nascita.

Fatti: Quando l'età gestazionale è piuttosto di un mese, alle donne in gravidanza viene effettivamente consigliato di fare molte attività per poter avviare il parto. Anche il movimento di squat, le faccende domestiche come lavarsi o camminare molto è proprio la scelta delle attività che spesso vengono suggerite dall'équipe medica per accelerare il travaglio.

Cibo obbligatorio prima del parto in una prospettiva medica

La nascita di un bambino è un grande evento. Una donna diventa madre grazie a questa fase. Ci vogliono un modo e una potenza straordinari per portare a termine una consegna in sicurezza. Una cosa che deve essere considerata è la condizione fisica della madre durante il parto. Durante il parto, le donne incinte sono paragonate a un atleta. Devi concentrare la tua energia ed energia in modo che il tuo piccolo venga al mondo. I muscoli intorno ai fianchi, i muscoli uterini e i muscoli addominali lavorano molto duramente durante il travaglio. Se la condizione fisica delle donne in gravidanza non è ottimale, il processo del parto diventa un processo faticoso e doloroso. Affinché il travaglio sia veloce e regolare, le contrazioni devono essere forti. Le contrazioni possono essere innescate da un efficace apporto di energia e da una buona alimentazione negli alimenti.

I tipi di nutrienti necessari per aumentare l'elasticità e la forza delle contrazioni muscolari uterine includono:

  • Proteine ​​in carne, uova e pesce.
  • Vitamina B1 in avena, semi di girasole e piselli.
  • Vitamina E in tonno, avocado, olio d'oliva e verdure.
  • Calcio (Ca) nel latte, yogurt, formaggio, tofu e pesce morbido.
  • Zinco (Zn) in carne rossa, uova, fegato e riso integrale.
  • Magnesio (Mg) in cereali, semi di girasole, zucca e verdure di colore verde scuro.
  • Potassio (K) in patate, banane, patate dolci e pomodori.

Questa è in realtà una raccomandazione medica sul corretto consumo di cibo prima della consegna. Con l'avvicinarsi dell'ultima settimana di gravidanza, le tue esigenze nutrizionali devono essere soddisfatte correttamente in modo che i muscoli uterini siano in grado di contrarsi in modo ottimale, sia prima, durante e dopo il processo di consegna. (TA?OCH)

Leggi anche: Cibi che potenziano il sistema immunitario