Riso integrale per il diabete - I'm Healthy

Finora, si consiglia ai diabetici di passare al riso integrale invece del riso bianco. Il riso integrale è un tipo di cereale integrale che viene spesso classificato come un alimento sano. A differenza del riso bianco che contiene solo l'endosperma amidaceo nel chicco, il riso integrale contiene batteri sani e uno strato di crusca di frumento. C'è un motivo per cui il riso integrale per il diabete è altamente raccomandato.

Tuttavia, anche se il riso integrale contiene più sostanze nutritive rispetto al riso bianco, contiene comunque carboidrati. Quindi, quanto è sicuro per i diabetici mangiare riso integrale? In modo che Diabestfriends conosca la risposta, leggi l'articolo qui sotto!

Leggi anche: Riconosci subito le complicazioni del diabete

Benefici del riso integrale per il diabete

Il riso integrale può essere un ingrediente alimentare sano da aggiungere a una dieta quotidiana equilibrata, anche nei diabetici. Tuttavia, è importante conservare le porzioni ed essere consapevoli di come il riso integrale influisce sui livelli di zucchero nel sangue.

Il riso integrale ha molti nutrienti. Questi alimenti sono buone fonti di fibre, antiossidanti e alcune vitamine e minerali. Il riso integrale è ricco di flavonoidi, composti vegetali che hanno effetti antiossidanti.

Mangiare cibi ricchi di flavonoidi può ridurre il rischio di sviluppare malattie croniche, tra cui malattie cardiache, cancro e morbo di Alzheimer. Ci sono anche studi che dimostrano che gli alimenti ricchi di fibre come il riso integrale sono buoni per la digestione. Inoltre, il riso integrale può anche aumentare la sazietà, quindi fa bene alla perdita di peso.

Tuttavia, quando si tratta dell'impatto del riso integrale sul diabete, Diabestfriends deve conoscerne il contenuto nutrizionale. In una porzione da una tazza (202 grammi), il riso integrale cotto contiene:

  • calorie: 248
  • Grasso: 2 grammi
  • Carboidrato: 52 grammi
  • Fibra: 3 grammi
  • Proteina: 6 grammi
  • Manganese: 86 percento della dose giornaliera raccomandata
  • Tiamina (vitamina B1): 30 percento della dose giornaliera raccomandata
  • Niacina (vitamina B3): 32 percento della dose giornaliera raccomandata
  • Acido pantotenico (vitamina B5): 15% della dose giornaliera raccomandata
  • Piridossina (B6): 15% della dose giornaliera raccomandata
  • Rame: 23 percento della dose giornaliera raccomandata
  • Selenio: 21 percento della dose giornaliera raccomandata
  • Magnesio: 19 percento della dose giornaliera raccomandata
  • Fosforo: 17% della dose giornaliera raccomandata
  • Zinco: 13% della dose giornaliera raccomandata

Quindi, si può vedere che il riso integrale è una buona fonte di magnesio. In una porzione di 1 tazza, può soddisfare il fabbisogno giornaliero di Diabestfriends di questi minerali. Il magnesio fa bene alla crescita ossea, alla contrazione muscolare, alla funzione nervosa, alla guarigione delle ferite e persino al controllo della glicemia.

Leggi anche: Benefici di Pete per i diabetici

Benefici del riso integrale nell'abbassare lo zucchero nel sangue

A causa del suo alto contenuto di fibre, il riso integrale può aiutare a ridurre significativamente i livelli di zucchero nel sangue dopo i pasti nelle persone obese e nelle persone con diabete di tipo 2.

Nel complesso, il controllo della glicemia è molto importante per prevenire e rallentare lo sviluppo del diabete. In un piccolo studio che ha coinvolto 16 adulti con diabete di tipo 2, è stato scoperto che il consumo di 2 porzioni di riso integrale potrebbe abbassare significativamente i livelli di zucchero nel sangue post-pasto e i valori di HbA1c, rispetto al consumo di riso bianco.

Nel frattempo, uno studio di 8 settimane su 28 adulti con diabete di tipo 2 ha scoperto che coloro che mangiavano riso integrale almeno 10 volte a settimana avevano migliorato il controllo della glicemia e la funzione endoteliale (importante per la salute del cuore).

Il riso integrale può anche migliorare il controllo della glicemia perdendo peso. In uno studio di 6 settimane su 40 donne obese, è stato riscontrato che il consumo di 3/4 di tazza (150 grammi) di riso integrale al giorno riduceva significativamente il peso corporeo, la circonferenza della vita e l'indice di massa corporea, rispetto al riso bianco.

Basso indice glicemico, il riso integrale può prevenire il diabete

Oltre ai benefici del riso integrale per il diabete, questo alimento può anche ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 nelle persone sane. Questa volta, un ampio studio su 197.228 adulti ha scoperto che consumare 2 porzioni di riso integrale a settimana potrebbe ridurre significativamente il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Sebbene le ragioni alla base del ridotto rischio di diabete dopo il consumo di riso integrale non siano completamente comprese, gli esperti sostengono che maggiore è il contenuto di fibre del riso integrale, maggiore è il suo effetto sulla prevenzione del diabete di tipo 2.

Una spiegazione è che il riso integrale ha un indice glicemico inferiore rispetto al riso bianco. L'indice glicemico è una misura di quanto velocemente un alimento aumenta i livelli di zucchero nel sangue. Più alto è l'indice glicemico, più velocemente aumenta i livelli di zucchero nel sangue. Quindi, ai diabetici si consiglia di mangiare cibi con un indice glicemico basso o moderato.

Il riso integrale bollito ha un indice glicemico di 68, il che significa che rientra nella categoria dei valori dell'indice glicemico medio. Quindi, si raccomanda ai diabetici di consumare riso integrale con contorni a basso indice glicemico.

Porzioni di riso integrale per il diabete

Controllare l'assunzione di carboidrati è importante per mantenere i livelli di zucchero nel sangue. Quindi, i Diabestfriends devono ancora stare attenti con la porzione di riso integrale che vogliono mangiare. Poiché non vi è alcuna raccomandazione sulla quantità di carboidrati che Diabestfriends dovrebbe consumare, è meglio che Diabestfriends determini il limite di assunzione in base al livello di zucchero nel sangue target e alla risposta del corpo ai carboidrati.

Ad esempio, se il limite di carboidrati impostato da Diabestfriends è di 30 grammi per pasto, Diabestfriends dovrebbe limitare l'assunzione di riso integrale a 1/2 tazza (100 grammi), che contiene 26 grammi di carboidrati. Quindi Diabestfriends ha spazio per aggiungere contorni a basso contenuto di carboidrati, come petto di pollo e verdure grigliate.

Oltre a tenere sotto controllo le porzioni, è anche importante ricordare che i cereali integrali sono solo una parte di una dieta equilibrata. Le persone con diabete sono ancora consigliate di mangiare altri cibi nutrienti, come proteine ​​magre, grassi sani, frutta e verdura a basso contenuto di carboidrati.

Quindi, il riso integrale per il diabete è molto sicuro, ma deve essere consumato in modo limitato. Sebbene il contenuto di carboidrati sia piuttosto elevato, il riso integrale è ricco anche di altri nutrienti che possono controllare i livelli di zucchero nel sangue, come fibre, antiossidanti, vitamine e minerali.

Tuttavia, i Diabestfriends devono ancora prestare attenzione alle porzioni e agli altri cibi consumati con il riso integrale. Consulta ulteriormente il tuo medico per quanto riguarda il consumo di riso integrale per il diabete! (UH)

Leggi anche: Dolcificanti artificiali sicuri per il diabete

Fonte:

Linea della salute. Le persone con diabete possono mangiare riso integrale?. Dicembre 2019.

Diabete mondiale J. Magnesio e diabete di tipo 2. agosto 2015.