Cause di stitichezza dopo l'intervento chirurgico

Quando ci sottoponiamo a un intervento chirurgico importante nella cavità addominale, ad esempio un'appendicectomia o la rimozione di cisti uterine, il corpo e la mente subiranno uno stress. L'impatto è molto vario, uno dei quali è la stitichezza alias stitichezza. Spesso si riscontra difficoltà postoperatorie a defecare. Qual è la vera causa?

Uno dei motivi è la somministrazione di forti antidolorifici. Per gli interventi di chirurgia maggiore non basta somministrare dei comuni antidolorifici che si possono acquistare in negozio. Sono necessari forti antidolorifici, come la morfina del gruppo degli oppioidi. Bene, questi farmaci oppioidi hanno effetti collaterali, uno dei quali è la stitichezza. Questo perché questi farmaci rallentano il movimento del cibo nell'intestino e aumentano il prelievo di acqua dal tratto digestivo. Di conseguenza, le feci diventano più secche del solito.

Un'altra causa è l'influenza del cibo e delle bevande. Durante la preparazione per l'intervento chirurgico, al paziente viene solitamente chiesto di digiunare. Dopo l'intervento chirurgico, le bevande a volte sono limitate. L'assunzione di liquidi insufficiente innesca la stitichezza. Inoltre, ai pazienti postoperatori viene generalmente chiesto di completare il riposo a letto. Questo fa rallentare i movimenti intestinali.

Gli effetti collaterali dei farmaci anestetici possono anche innescare la stitichezza. L'azione anestetica non solo paralizza i nervi ma anche i muscoli. I movimenti muscolari nel tratto digestivo alla fine non funzionano temporaneamente.

Leggi anche: Per quanto tempo la stitichezza può essere considerata normale?

Può essere prolungato

Oltre a causare disagio, ci sono ragioni importanti per cui la stitichezza postoperatoria dovrebbe essere trattata il prima possibile. La stitichezza può progredire fino all'occlusione, ovvero quando le feci sono così dure e secche che il paziente non può avere un movimento intestinale. I casi gravi e prolungati di stitichezza possono portare a danni intestinali.

Costipazione e compressione, se costretti a defecare, possono causare una spinta eccessiva. Possono verificarsi aritmie cardiache, prolasso rettale, emorroidi e respiro corto. Per non parlare della pressione sulla cicatrice chirurgica quando si spinge. L'impatto peggiore è l'incisione, sia interna che esterna, che si riapre.

Leggi anche: Dai, supera la stitichezza consumando questi 6 cibi!

Fatti della toilette accovacciata

Superare la stitichezza dopo l'intervento chirurgico

Se avverti stitichezza, prendi immediatamente precauzioni. Innanzitutto, aumenta l'assunzione di liquidi con l'acqua, cambia la dieta aggiungendo fibre al cibo. Chiedi al tuo medico dei farmaci per ammorbidire le feci.

I farmaci per alleviare i sintomi della stitichezza variano ampiamente. Ci sono quelli che funzionano lentamente, ma ci sono quelli che trattano in modo aggressivo la stitichezza e possono causare pressione nello stomaco. Anche troppi farmaci non sono raccomandati perché stimolano o provocano crampi, dolore e diarrea. Oltre ai farmaci, i medici possono anche fornire integratori di fibre, citrato di magnesio o glicerina per aiutarti a ottenere un movimento intestinale.

Il passo più consigliato è prevenire la stitichezza dopo l'intervento chirurgico, piuttosto che curarla. Ecco alcuni suggerimenti per ottimizzare la salute dell'intestino che dovrebbero essere eseguiti ogni giorno, non solo dopo l'intervento chirurgico.

1. Prendi lassativi

Il chirurgo può prescrivere un farmaco ammorbidente delle feci da assumere insieme agli antidolorifici per prevenire la stitichezza. Non assumere questo tipo di farmaci prima dell'intervento chirurgico, senza la prescrizione del medico. Perché ci sono molti farmaci da banco per la stitichezza e alcuni di essi potrebbero non essere adatti a te.

2. Bevi più acqua

Aumentare l'assunzione di liquidi ed evitare le bevande contenenti caffeina può aiutarti a rimanere idratato, riducendo il rischio di stitichezza. I liquidi aiuteranno anche il corpo a riprendersi dopo aver sperimentato la stitichezza. È meglio prendere antidolorifici con acqua.

Leggi anche: 4 trucchi per bere acqua più spesso!

3. Mangia più fibre

Ciò che mangi può aumentare o diminuire il rischio di stitichezza. Aumenta l'assunzione di fibre mangiando frutta e verdura, preferibilmente il più vicino possibile alla loro forma originale. Perché la frutta intera fornisce fibre meglio del succo d'arancia. Inoltre, evita i cibi che causano stitichezza. Uno di questi è il formaggio e la carne rossa.

4. Attività fisica

È stato anche dimostrato che l'attività fisica, come camminare, riduce il rischio di stitichezza. Per coloro che hanno subito un intervento chirurgico, assicurarsi di seguire le istruzioni del chirurgo sull'esercizio sicuro e sull'attività fisica.

La stitichezza non dovrebbe essere ignorata, soprattutto dopo aver subito stress come un intervento chirurgico. Ma non preoccuparti se sei stitico, il medico può prescrivere farmaci per riportare il tuo intestino alla normalità. (AY)

Leggi anche: Fatti dietro i colori delle feci per bambini

Fonte:

Verywellhealth: costipazione dopo l'intervento chirurgico, perché si verifica e come trattarla