Tutti i tipi di zucchero

A chi di noi non piace il sapore dolce? Non solo le formiche, gli esseri umani sono naturalmente attratti dai sapori dolci. Ma quel sapore dolce viene solo dallo zucchero? Lo sapevi che la Healthy Gang, si scopre che ci sono molti tipi di dolcificanti che possono essere usati oltre allo zucchero, lo sai! Discutiamo i vari tipi di zucchero che vengono venduti nel mercato uno per uno!

Lo zucchero è un termine comune per un tipo di carboidrati solubili in acqua. I carboidrati o zuccheri semplici sono chiamati monosaccaridi, che consistono di glucosio, fruttosio e galattosio. Lo zucchero che incontriamo spesso è il saccarosio, che è un gruppo di disaccaridi che è una combinazione di glucosio e fruttosio.

Altri disaccaridi sono il maltosio, una combinazione di due unità di glucosio, e il galattosio, che è una combinazione di glucosio e galattosio. Il maltosio si trova nel malto (cereali secchi germinati) e il lattosio si trova nel latte.

Leggi anche: Stevia, sostituto dello zucchero ma senza calorie

1. Zucchero di canna

Questo zucchero è il tipo di zucchero più consumato. Zucchero di canna da zucchero (Saccarum sp.) è un gruppo di saccarosio. Nella lavorazione, i gambi di canna da zucchero vengono macinati e spremuti per produrre succo di canna da zucchero. Il succo di canna da zucchero viene raccolto e filtrato, portato a ebollizione, quindi aggiunto ossido di calcio per purificare. Una volta sufficientemente puro, il liquido viene raffreddato e cristallizzato. Lo zucchero di canna non cristallizzato viene chiamato zucchero di roccia. Come candeggina, di solito si aggiungeva anidride solforosa.

2. Barbabietola da zucchero

Oltre alla canna da zucchero, ci sono piante che hanno un contenuto di saccarosio sufficientemente alto e possono essere utilizzate per la produzione di zucchero commerciale, che si chiama barbabietola da zucchero (barbabietola da zucchero).beta vulgaris). A differenza della canna da zucchero, che utilizza il gambo, la barbabietola da zucchero utilizza la radice. Nella lavorazione la radice di barbabietola viene tagliata e lo zucchero viene estratto con acqua calda, poi purificato con ossido di calcio e anidride carbonica.

Dopo aver fatto bollire fino a quando il contenuto di acqua è rimasto solo del 30 percento, lo zucchero si cristallizzerà. Nel processo di cristallizzazione, sia lo zucchero di canna che lo zucchero di barbabietola, producono un sottoprodotto chiamato melassa. La melassa della canna da zucchero può essere utilizzata come dolcificante e aggiungere sapore ai cibi. Ma la melassa di barbabietola non può essere consumata, poiché ha un sapore e un aroma sgradevoli. Generalmente questo sarà usato come foraggio. Una volta che diventa zucchero cristallizzato, è difficile dire se lo zucchero provenga dalla canna da zucchero o dalle barbabietole.

3. Zucchero di canna

zucchero di canna compreso il saccarosio, ma ha un colore più bruno per la presenza di melassa. Sopra zucchero di canna In commercio, la melassa viene solitamente aggiunta allo zucchero semolato raffinato. Contenuto di melassa in zucchero di canna varia, tra il 4,5-6,5 percento che può essere visto a colori zucchero di canna il. Più scuro è il colore, maggiore è il contenuto di melassa in zucchero di canna il.

oltretutto zucchero di canna commerciale, ci sono anche zucchero di canna Esperienza. Lo zucchero contiene un certo numero di melassa nel processo di raffinazione dello zucchero. zucchero di canna Quelli non raffinati contengono livelli più elevati di melassa e hanno nomi speciali a seconda della zona di produzione, come muscovado, panela, piloncillo, chancaca, jiggery e così via. zucchero di canna questo tipo è zucchero di canna prodotto naturalmente in modo tradizionale.

4. Zucchero di canna o zucchero di formica

Zucchero di canna o zucchero di formica, o in inglese si chiama zucchero di palma, è un dolcificante derivato dalla linfa del fiore dell'albero della famiglia delle palme, tra cui cocco, zucchero di palma, zucchero di palma e siwalan. I prodotti a base di zucchero di palma sul mercato possono essere trovati sotto forma di zucchero modellato e zucchero di palma.

Lo zucchero stampato si ottiene cuocendo la linfa di palma fino a quando non diventa denso, poi modellato in stampini di bambù a forma di cerchi o ciotole. Nel frattempo, lo zucchero delle formiche ha un processo di fabbricazione più lungo, cioè fino a quando non forma cristalli di zucchero, quindi viene essiccato al sole o cotto fino a quando il contenuto di acqua raggiunge il 3%.

Leggi anche: Abbassa la glicemia alta con questi consigli sicuri!

5. Sciroppo di mais ad alto fruttosio (HFCS)

HFC è un dolcificante a base di amido di mais, che ha subito un processo di conversione da parte di enzimi dal glucosio contenuto nell'amido al fruttosio. Ben il 24 percento degli HFC è costituito da acqua, lo 0-5 percento di oligosaccaridi di glucosio (2-10 unità di glucosio combinate) e il resto una combinazione di glucosio e fruttosio.

Esistono diversi tipi di HFC, che si distinguono per il loro contenuto di fruttosio, ovvero HFC 42 (il 42% del peso secco è fruttosio), ampiamente utilizzato nei cereali, fornoe bevande; HFC 55, utilizzato principalmente nell'industria delle bevande analcoliche; HFC 65, utilizzato nella produzione di bibite Coca Cola negli Stati Uniti; e HFCS 90, che viene utilizzato raramente ma di solito viene miscelato con HFCS 42 per ottenere HFCS 55.

HFC è spesso confuso con lo zucchero semolato. Tuttavia, l'industria tende a preferire l'uso di HFC rispetto allo zucchero semolato, perché il processo di produzione è più semplice e relativamente più economico. Sulla base di diversi studi organolettici, i consumatori preferiscono i prodotti a base di zucchero di canna o di barbabietola rispetto agli HFC. Sebbene vi sia un ampio dibattito sul fatto che l'HFCS abbia un impatto sulla salute, la FDA e la BPOM affermano che l'HFCS è sicuro per il consumo.

6. Sostituto dello zucchero

Lo zucchero sostituito è un additivo alimentare (BTP) che fornisce un sapore dolce, come lo zucchero ma non contiene energia o contiene energia ma in quantità inferiori rispetto allo zucchero. Ci sono zuccheri sostitutivi che sono disponibili naturalmente, alcuni possono essere prodotti sinteticamente.

Gli zuccheri sostituiti sintetici sono anche conosciuti come dolcificanti artificiali. Lo zucchero sostitutivo di solito ha un'intensità di dolcezza molto elevata rispetto al saccarosio, quindi è necessario molto meno dolcificante. La sensazione di sapore dolce dello zucchero sostituito è diversa rispetto al saccarosio, perché gli zuccheri sostituiti tendono ad avere un sapore amaro. Pertanto, l'industria utilizza miscele complesse per ottenere la dolcezza più naturale.

Esistono diversi tipi di zuccheri sostituiti dichiarati sicuri per il consumo, vale a dire stevia, aspartame, sucralosio, neotame, acesulfame potassio (Ace-K), saccarina, advantame e alcuni alcoli di zucchero come xilitolo, lattitolo e sorbitolo.

Leggi anche: 4 conseguenze del consumo eccessivo di zucchero