I diabetici possono bere il miele?

I Diabestfriends devono già sapere, giusto, che i diabetici non dovrebbero mangiare troppi cibi dolci? Allora, che ne dici di fare il miele in alternativa allo zucchero e ai cibi dolci?

In precedenza, Diabestfriends deve sapere prima che lo zucchero nel sangue (glucosio) è la quantità di zucchero nel sangue. Lo zucchero stesso è la principale fonte di energia per il corpo.

Ebbene, l'insulina è prodotta dal pancreas per mantenere i normali livelli di zucchero nel sangue, aiutando a distribuire lo zucchero nelle cellule, per essere trasformato in energia. Tuttavia, il corpo dei diabetici non produce abbastanza insulina o l'insulina esistente è resistente, quindi lo zucchero nel sangue non può essere assorbito dalle cellule e si accumula nel sangue.

Quindi, i diabetici possono bere il miele in alternativa allo zucchero? Ecco la spiegazione completa!

Leggi anche: Come conoscere il miele originale e quali sono i suoi benefici per l'organismo

Il miele contiene carboidrati?

I carboidrati sono sostanze nutritive che vengono digerite dal corpo in zucchero. Successivamente, lo zucchero viene utilizzato come fonte di energia. I carboidrati sono nutrienti molto importanti per il corpo. Quasi tutti gli alimenti contengono carboidrati, tra cui frutta, verdura, latte, zucchero, dolci, torte e miele.

La quantità e il tipo di carboidrati consumati influenzeranno i livelli di zucchero nel sangue. Per mantenere la glicemia a livelli sicuri, le persone con diabete dovrebbero limitare l'assunzione di carboidrati a un massimo di 45 grammi - 60 grammi ad ogni pasto.

Affinché la glicemia non aumenti immediatamente, ai diabetici si consiglia di consumare carboidrati complessi, che sono ricchi di fibre e richiedono più tempo per essere digeriti. Ad esempio, grano intero. I diabetici devono anche controllare la porzione di cibo consumata. L'immagine seguente mostra come ridurre l'assunzione di carboidrati:

Il miele contiene zucchero quindi è una fonte di carboidrati. Il miele grezzo è un liquido viscoso dolce prodotto dalle api e derivato dal nettare o dall'essenza di fiori.

Un cucchiaio di miele contiene almeno 17 grammi di carboidrati. Sebbene la quantità sia piccola, può comunque aumentare la glicemia, in particolare il miele mangiato con altre fonti di carboidrati, come il pane bianco.

Sebbene il miele contenga zucchero, questo liquido contiene anche vitamine, minerali e antiossidanti. Pertanto, il miele è un alimento sano. In che modo il miele può essere utile per i diabetici?

Miele grezzo vs miele lavorato

La maggior parte del miele venduto sul mercato è miele lavorato. Ciò significa che il miele è stato riscaldato e filtrato, dopo essere stato prelevato dall'alveare. Nel frattempo, il miele grezzo è miele che non è stato filtrato, quindi la sua qualità nutrizionale e i suoi benefici per la salute sono ancora completi.

I diabetici possono consumare miele ma scelgono miele crudo o non trasformato per mantenere i livelli di zucchero nel sangue. L'assunzione ovviamente è piccola e continua a controllare i livelli di zucchero in seguito. Se aumenti significativamente lo zucchero, è meglio non mangiare miele in futuro.

Contenuto di nutrienti di miele crudo vs zucchero

Il miele grezzo, come lo zucchero bianco, è un dolcificante che contiene anche carboidrati e calorie. Un cucchiaio di zucchero contiene 64 calorie, mentre un cucchiaio di zucchero contiene 49 calorie.

Sebbene un cucchiaio di miele crudo sia più calorico, la maggior parte delle persone lo usa in quantità minori. Perché il miele è molto dolce. Perché il miele ha più calorie dello zucchero? Perché il miele è molto più denso e pesante.

Un'altra differenza tra i due è il modo in cui il corpo li digerisce. Il miele viene digerito utilizzando enzimi già contenuti nel miele. Nel frattempo, lo zucchero richiede enzimi dal corpo per essere digerito.

Nel frattempo, per l'indice glicemico, il miele ha un punteggio di 55, quindi è classificato come un alimento a basso indice glicemico. Lo zucchero semolato ha un indice glicemico di 65.

Gli alimenti con un basso indice glicemico possono aumentare solo leggermente la glicemia. Pertanto, gli alimenti a basso indice glicemico sono più consigliati per i diabetici.

Leggi anche: 3 benefici del miele di Manuka

Il miele crudo può aumentare l'insulina

Diversi studi hanno scoperto che bere miele può aumentare i livelli di insulina e abbassare i livelli di zucchero nel sangue. Uno degli studi è stato condotto a Dubai. Lo studio ha studiato l'impatto del miele crudo e dello zucchero sulla glicemia.

Lo studio ha scoperto che 75 grammi di miele hanno aumentato i livelli di zucchero nel sangue e di insulina nelle persone senza diabete, entro 30 minuti. Un test simile, utilizzando la stessa quantità di zucchero, mostra un aumento dei livelli di zucchero nel sangue a livelli più alti. L'effetto era simile nelle persone con diabete di tipo 2.

Nel complesso, i livelli di zucchero nel sangue erano molto più bassi e stabili nel gruppo di partecipanti che hanno bevuto miele crudo, rispetto al gruppo che ha consumato zucchero bianco. Poiché i livelli di zucchero nel sangue tendevano ad essere migliori nel gruppo di partecipanti che bevevano miele, i ricercatori hanno concluso che il miele aumentava i livelli di insulina.

Poiché l'insulina funziona per rimuovere la glicemia dal sangue, è possibile che bere miele riduca anche i livelli di zucchero nel sangue.

La ricerca condotta presso la King Saud University, in Arabia Saudita, ha studiato anche la relazione tra miele e zucchero nel sangue. La sua ricerca ha scoperto che il miele:

  • Riduzione della glicemia a digiuno (zucchero nel sangue dopo il digiuno per 8 ore)
  • Aumentare il peptide C a digiuno (il peptide aiuta a stabilizzare l'insulina)
  • Aumentare il peptide C 2 ore dopo pranzo (quantità di peptide dopo il pasto)

Ulteriori ricerche sui benefici del miele grezzo per il diabete

Molti altri studi hanno studiato l'impatto del consumo di miele sulle persone con diabete di tipo 2. Eccone alcuni:

Impatto a lungo termine sulla glicemia

Una ricerca condotta presso l'Università di Teheran, in Iran, per 8 settimane ha scoperto che le persone che bevevano miele regolarmente ea lungo termine hanno sperimentato un aumento dei livelli di zucchero nel sangue.

Tuttavia, lo studio ha anche dimostrato che le persone con diabete di tipo 2 che bevevano miele regolarmente sperimentavano una perdita di peso e abbassavano i livelli di colesterolo nel sangue. Pertanto, i ricercatori in Iran raccomandano che i diabetici consumino il miele con cautela.

Contiene antimicrobico e antibatterico

Altri studi hanno anche trovato altri benefici del miele per le persone con diabete di tipo 2:

  • Ha ingredienti antimicrobici
  • Ha proprietà antibatteriche
  • Fonte di antiossidanti
  • Combatte i batteri e allevia l'infiammazione

Uno studio di Atene, in Grecia, ha riscontrato i benefici del consumo di miele per i diabetici:

  • Contro la resistenza batterica
  • Previene l'infiammazione causata dal diabete
  • Poiché è una fonte di antiossidanti, può proteggere i diabetici da altre malattie

Bere miele supporta il trattamento del diabete

Lo studio, pubblicato sul Journal of Diabetes and Metabolic Disorder, ha scoperto che una combinazione di farmaci per il diabete e miele fa bene ai diabetici.

Questa ricerca supporta l'uso del miele per supportare il trattamento del diabete, perché ha:

  • Potente antiossidante
  • Capacità di abbassare la glicemia
  • Capacità di aumentare l'insulina

In modo che Diabestfriends sappia di più sul trattamento del diabete, guarda il video qui sotto, OK:

Leggi anche: Benefici dello zenzero per i pazienti con diabete mellito

Conclusione: i diabetici possono bere il miele?

Bere miele crudo ha i suoi benefici per i diabetici, tra cui l'aumento dell'insulina e l'abbassamento della glicemia. Il miele stesso è un dolcificante salutare, soprattutto se paragonato allo zucchero raffinato, come lo zucchero bianco, lo zucchero di canna, lo zucchero a velo e così via.

Sebbene il miele sia più ricco di carboidrati e calorie rispetto allo zucchero bianco, è più naturale e contiene più sostanze nutritive. Inoltre, poiché il miele è molto dolce, le persone tendono a consumarlo solo in piccole quantità. Quindi, l'assunzione di carboidrati e calorie che entrano nel corpo è inferiore rispetto a quando mangiamo zucchero normale.

Se vuoi includere il miele nella tua dieta quotidiana, Diabestfriends deve comunque consultare prima un medico. Il motivo è che ogni diabetico ha condizioni diverse, quindi deve essere regolato.

Di solito, i medici raccomandano che le persone con diabete di tipo 2 bevano gradualmente il miele. Inizia a bere il miele in piccole quantità, per vedere come reagisce la glicemia. Per i diabetici, bere miele in piccole quantità non dovrebbe aumentare drasticamente la glicemia. Quindi, bevi il miele con cautela e in quantità limitate. (UH/AY)

Fonte:

Dati di autonutrizione. Indice glicemico.

Journal of Medicinal Food. Il miele naturale riduce il glucosio plasmatico, la proteina C-reattiva, l'omocisteina e i lipidi del sangue in soggetti sani, diabetici e iperlipidemici: confronto con destrosio e saccarosio. Luglio. 2004.

ScienceDirect. Miele e diabete mellito: ostacoli e sfide – Strada da riparare. 2017.

Centro nazionale per le informazioni sulle biotecnologie. Effetti del consumo naturale di miele nei pazienti diabetici: uno studio clinico randomizzato di 8 settimane. Novembre. 2009.

OMICS Internazionale. Il miele e le sue proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antiossidanti. Febbraio. 2014.

Journal of Diabetes and Metabolic Disorders. Effetto del miele nel diabete mellito: questioni che sorgono. Gennaio. 2014.

Notizie mediche oggi. Le persone con diabete di tipo 2 possono mangiare miele?. Maggio. 2017