Sintomi della tubercolosi linfonodale

Tempo fa è circolata la notizia della morte del giornalista di Metro TV Rifai Pamone. Questa notizia è abbastanza sorprendente perché l'età di Rifai è piuttosto giovane, cioè 38 anni. Secondo la famiglia, Rifai è morto dopo aver sofferto di tubercolosi ghiandolare. Secondo le persone a lui più vicine, Rifai sembrava magro e malsano negli ultimi mesi. Dopo qualche tempo, Rifai finalmente si congedò e tornò nella sua città natale. Tuttavia, morì pochi giorni dopo.

La tubercolosi ghiandolare è una malattia di cui poche persone sono a conoscenza. La maggior parte delle persone sa solo che la tubercolosi è una malattia polmonare. In effetti, l'infezione può attaccare altri organi come ossa, intestino e linfonodi. Allora, questa tubercolosi ghiandolare è una malattia mortale? Ecco la spiegazione completa!

Leggi anche: Conoscere i linfonodi e le loro funzioni per l'organismo

Che cos'è la tubercolosi ghiandolare e quali sono i sintomi?

La tubercolosi o tubercolosi è generalmente una malattia che attacca i polmoni. Il sintomo principale della tubercolosi è la tosse con catarro, che se è grave sarà mescolato con sangue o nell'espettorato compaiono linee rosse. Bene, quello che molte persone non sanno è che in realtà questa infezione da germi di tubercolosi può attaccare anche altre parti del corpo. Una parte del corpo diversa dai polmoni che è più spesso attaccata dall'infezione da tubercolosi sono i linfonodi o i linfonodi.

A differenza dell'infezione da tubercolosi nei polmoni, la tubercolosi ghiandolare generalmente non mostra sintomi di tosse. I principali sintomi della tubercolosi nei polmoni sono debolezza, debolezza, aumento della temperatura corporea a 38 gradi Celsius, diminuzione dell'appetito e drastica perdita di peso.

Poiché i sintomi sono simili ai sintomi di molte malattie, sia da lievi a gravi, molti pazienti con tubercolosi ghiandolare non sono consapevoli della loro malattia. I pazienti con tubercolosi ghiandolare di solito possono svolgere le normali attività. Tuttavia, nel tempo ci sarà una diminuzione dell'attività a causa di sintomi di affaticamento e debolezza.

Pertanto, molte persone che sono state infettate dalla tubercolosi ghiandolare possono vivere normalmente per mesi, fino a quando l'infezione diventa grave e viene portata in ospedale. I pazienti con tubercolosi ghiandolare sono anche suscettibili alle infezioni o ad altre malattie perché il loro sistema immunitario diminuisce.

In ospedale, di solito il medico eseguirà un esame fisico, che rileva se c'è un nodulo in una determinata parte del corpo (linfoadenite o infiammazione dei linfonodi). Se viene trovato un nodulo, il medico non diagnosticherà immediatamente il paziente con tubercolosi ghiandolare. Il motivo è che l'ingrossamento della linfa nel collo, nella mascella inferiore, nelle spalle, nelle ascelle, nell'inguine e in altre parti del corpo può anche essere un sintomo di cancro ai linfonodi o linfoma.

Anche i sintomi della tubercolosi ghiandolare con cancro ai linfonodi sono simili, vale a dire debolezza del corpo, perdita di appetito, perdita di peso, dolore muscolare e così via. Pertanto, il medico effettuerà ulteriori esami, come gli esami ecografici. Pertanto, la diagnosi di tubercolosi ghiandolare richiede prima una serie di esami approfonditi.

Leggi anche: Questi sono i sintomi del cancro linfatico sofferto da Ustadz Arifin Ilham

Trattamento della tubercolosi ghiandolare

Se ti è stata diagnosticata una tubercolosi ghiandolare, il medico ti somministrerà farmaci su misura per la tua condizione. Solitamente, il farmaco che viene somministrato e che deve essere consumato regolarmente è l'OAT (Anti Tuberculosis Drug). Questa malattia è in realtà facile da curare, purché si trovi precocemente e il paziente assuma regolarmente i farmaci, si riposi, riceva un'alimentazione adeguata e sia ricercata e curata anche la fonte di trasmissione.

Leggi anche: Attenzione ai linfomi che iniziano con grumi insoliti!

Ci sono molti casi di tubercolosi in Indonesia. Tuttavia, le infezioni da tubercolosi che attaccano organi diversi dai polmoni non sono troppe. Poiché i sintomi della tubercolosi ghiandolare assomigliano a quelli del cancro del linfoma, molte persone hanno paura di far controllare le loro condizioni da un medico. In effetti, la tubercolosi ghiandolare è più facile da curare se trovata il prima possibile.

Inoltre, anche la tubercolosi ghiandolare non è una malattia mortale. Quindi, se la Healthy Gang ha i sintomi sopra menzionati, non c'è bisogno di aver paura di vedere un dottore. Se la malattia viene trovata e curata immediatamente, anche la banda sana potrà tornare alle sue normali attività. (UH/AY)