Il processo di formazione del latte materno | Sono sano

Il latte materno è la migliore fonte di nutrimento per i bambini. Oltre ad essere nutriente, il latte materno ha anche dimostrato di aiutare a proteggere i neonati dalle infezioni e dal rischio di malattie. Niente può eguagliare il potere del latte materno. In effetti, gli scienziati che hanno cercato di replicarlo non sono riusciti a trovare una formula equivalente al vero latte materno. Ciò significa che solo una madre può produrre latte materno per il suo bambino. Allora, sei curioso di sapere come il tuo corpo può produrre questo fluido straordinario? Dai, scoprilo!

Leggi anche: Settimana mondiale dell'allattamento al seno, è tempo di ricordare l'importanza dell'allattamento esclusivo al seno

Conosci le parti del seno

Le strutture che compongono il seno femminile sono in grado di proteggere, produrre e trasportare il latte. All'esterno c'è la pelle che protegge il seno. In questa sezione c'è anche l'areola, che è un'area circolare più scura con il capezzolo nel mezzo. Quando il bambino succhia, l'intera areola verrà inserita nella bocca del bambino.

Oltre al capezzolo, ci sono anche piccoli grumi nell'areola chiamati ghiandole montgomery. Queste ghiandole producono olio che pulisce e idrata il capezzolo e l'areola.

Passando all'interno, ecco le parti di un seno femminile adulto:

- Il tessuto adiposo è tessuto adiposo che ammortizza e protegge il seno.

- Il tessuto connettivo e i legamenti forniscono supporto per il seno.

- Tessuto ghiandolare che produce latte materno. Contiene i dotti lattiferi e gli alveoli.

Gli alveoli sono piccoli gruppi di sacche o ghiandole mammarie che hanno la forma dell'uva.

I dotti lattiferi trasportano il latte da dove viene prodotto negli alveoli fino a quando non viene infine risucchiato dal bambino.

- Le cellule muscolari lisce chiamate cellule mioepiteliali, circondano le ghiandole alveolari e i dotti lattiferi. Quando vengono contratte, queste cellule spremeranno il latte dalle ghiandole mammarie.

- I nervi che portano dal capezzolo e dall'areola inviano segnali al cervello per produrre e stimolare il rilascio di latte materno.

Fasi di sviluppo del seno e produzione di latte

Il corpo femminile è davvero straordinario. Non solo può partorire, ma può anche fornire tutti i bisogni nutrizionali necessari al bambino per crescere e svilupparsi. La preparazione per la produzione del latte materno in realtà inizia anche prima della nascita di una donna e continua fino alla pubertà e alla gravidanza. Più chiaramente, le fasi successive della produzione del latte.

1. Dalla nascita

Alla nascita, una donna ha tutte le parti del seno che alla fine sono necessarie per produrre il latte materno, ma non sono ancora sviluppate. Durante la pubertà, i cambiamenti ormonali fanno crescere il seno e iniziano a svilupparsi i tessuti che producono il latte.

Ogni mese dopo l'ovulazione, una donna può sperimentare un aumento delle dimensioni e un cambiamento nella consistenza del suo seno per diventare più morbido. In questo momento, il corpo sta effettivamente preparando il seno per la fase della gravidanza e dell'allattamento.

Se la gravidanza non si verifica, la sensazione di oppressione e tensione mammaria diminuirà, quindi il ciclo si ripete ogni mese. Al contrario, se si verifica una gravidanza, il seno continuerà a crescere e svilupparsi per prepararsi al latte.

2. Durante la gravidanza

All'inizio della gravidanza, il seno subirà dei cambiamenti. Questi piccoli cambiamenti possono essere i primi segni che ti fanno venire voglia di fare un test di gravidanza. Durante la gravidanza, il seno maturerà completamente e si preparerà per la produzione di latte.

Gli ormoni estrogeni e progesterone fanno crescere e aumentare di numero i dotti lattiferi e il tessuto che produce il latte. Anche le dimensioni del seno aumenteranno. C'è più flusso di sangue al seno, quindi le vene diventano più visibili. Il capezzolo e l'areola diventano più scuri e più grandi. Le ghiandole montgomery sono ingrandite e sembrano piccole protuberanze sull'areola.

Durante il secondo trimestre, intorno alla 16a settimana, l'organismo inizierà a produrre il primo latte chiamato colostro. Potresti iniziare a vedere alcune gocce di liquido bianco o trasparente uscire dal capezzolo.

Se il bambino nasce presto, non c'è bisogno di preoccuparsi perché il corpo sta già producendo latte materno. Questa fase della produzione del latte è chiamata lattogenesi. Dura dalla 16a settimana circa di gravidanza fino al secondo o terzo giorno dopo il parto.

3. Post-partum

Quando il bambino nasce e la placenta viene espulsa dal corpo, i livelli di estrogeni e progesterone diminuiscono. Al contrario, l'ormone prolattina aumenterà. Questo improvviso cambiamento ormonale indica che il corpo sta vivendo un aumento della produzione di latte.

I neonati riceveranno una piccola quantità di colostro che è stato prodotto durante la gravidanza dal primo al secondo giorno. Successivamente, il seno produrrà latte in quantità maggiori. Questa fase della produzione è chiamata lattogenesi II, che dura dal secondo all'ottavo giorno dopo il parto.

Processo di produzione del latte materno

All'inizio il corpo produce automaticamente il latte materno. Tuttavia, dopo la prima settimana, il rilascio di ormoni per la produzione di latte si basa sulla domanda e sull'offerta. Pertanto, se vuoi che la tua produzione di latte continui ad aumentare, devi spesso allattare il tuo bambino o estrarre il latte materno.

L'allattamento al seno regolarmente può stimolare i nervi del seno a inviare messaggi alla ghiandola pituitaria nel cervello. La ghiandola pituitaria rilascia gli ormoni prolattina e ossitocina. L'ormone prolattina dice alle ghiandole che producono il latte nel seno di produrre latte. Nel frattempo, l'ormone ossitocina segnalerà il riflesso di delusione per rilasciare il latte. Questo fa sì che gli alveoli si contraggono e spremono il latte attraverso i dotti lattiferi.

Il latte uscirà poi quando il bambino succhia il capezzolo o quando usi un tiralatte. Se allatti al seno ogni 1-3 ore (almeno 8-12 volte al giorno), il tuo seno si svuoterà, manterrà i livelli di prolattina e stimolerà nuovamente la produzione di latte. Questa fase della produzione del latte, chiamata galattopoesi o lactogenesi III, inizia solitamente intorno al nono giorno e dura fino alla fine del periodo di lattazione.

Processo di svezzamento

Allatta o no, il tuo corpo e il tuo seno saranno ancora pronti per fare il latte per il tuo bambino. Se scegli di allattare, il tuo corpo continuerà a produrre latte fino al momento dello svezzamento.

Man mano che il bambino succhia sempre meno, il corpo riceverà un messaggio per ridurre la produzione di latte. All'inizio, potresti comunque riscontrare perdite di latte fino a quando il latte non è completamente asciutto. Nel tempo, le ghiandole produttrici di latte si ridurranno e il seno tornerà alle dimensioni pre-gravidanza. Questa fase della lattazione è chiamata involuzione.

Questa è una spiegazione di come si forma il latte materno. Wow, chi l'avrebbe mai detto, si scopre che oltre a poter concepire e partorire, il tuo corpo ha anche altri punti di forza per produrre fluidi con un milione di benefici. (NOI)

Riferimento

Molto bene Famiglia. "Il processo di produzione del latte materno".