La vitamina C può aiutare a ridurre la glicemia | sono sano

Come diabetico, forse a volte i Diabestfriends si chiedono, i diabetici possono bere vitamina C? I diabetici sono tenuti a controllare il cibo che mangiano e a scegliere cibi e bevande sani.

Quindi, per quanto riguarda la vitamina C, è sicura da consumare per i diabetici? Per rispondere a questa curiosità, Diabestfriends può leggere la spiegazione in questo articolo.

Leggi anche: Avere un basso indice glicemico, quali frutti sono sicuri per i diabetici?

I diabetici possono assumere vitamina C?

La ricerca della Deakin University ha scoperto che l'assunzione di 500 milligrammi di vitamina C due volte al giorno può aiutare le persone con diabete di tipo 2 abbassando l'aumento dei livelli di zucchero nel sangue durante il giorno e riducendo al minimo i picchi dei livelli di zucchero nel sangue dopo i pasti.

Questa ricerca è stata pubblicata sulla rivista Diabete, obesità e metabolismo. In questo studio è stato anche scoperto che la vitamina C abbassa la pressione sanguigna nelle persone con diabete di tipo 2, quindi fa bene anche alla salute del cuore.

Il ricercatore capo, il professor Glenn Wadley, dell'Istituto per l'attività fisica e la nutrizione di Deakin, ha affermato che i risultati potrebbero aiutare a rispondere alla domanda: i diabetici possono assumere vitamina C.

Per maggiori dettagli, attraverso questo studio, è stato riscontrato che i partecipanti hanno sperimentato una significativa diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue, che ha raggiunto il 36%, dopo aver mangiato. Ciò significa che la vitamina C può aiutare a prevenire l'iperglicemia nei diabetici.

Questo è molto importante perché l'iperglicemia è un fattore di rischio per le malattie cardiache nelle persone con diabete di tipo 2. Lo studio ha anche scoperto che il rischio di sviluppare ipertensione è diminuito dopo l'assunzione di vitamina C, con livelli di pressione sanguigna sia sistolica che diastolica che diminuiscono drasticamente.

Per informazione, la dose di vitamina C utilizzata in questo studio era circa 10 volte superiore alla normale assunzione giornaliera raccomandata. Gli antiossidanti della vitamina C possono aiutare a combattere ed eliminare i radicali liberi nel corpo dei diabetici.

I risultati di questo studio fanno parte di importanti informazioni provenienti da una serie di studi sui benefici della vitamina C per la salute. In precedenza, si è scoperto che la vitamina C è utile per curare un sistema immunitario debole, migliorare la salute della pelle, aumentare l'assorbimento dei minerali, ridurre il rischio di gotta, combattere raffreddori e influenza, ridurre il rischio di ictus e migliorare le prestazioni fisiche.

Leggi anche: Economica e festosa, la guava può abbassare i livelli di zucchero nel sangue

Inoltre, gli scienziati coinvolti in questo studio raccomandano che ogni diabetico controlli la sua condizione. Le cose importanti nel controllo del diabete sono l'esercizio, il consumo di cibi nutrienti e l'assunzione di farmaci consigliati da un medico.

Per la vitamina C, attraverso diversi studi si è scoperto che questa vitamina è buona per il consumo da parte dei diabetici. Tuttavia, Diabestfriends dovrebbe comunque consultare prima un medico. Il motivo, ogni diabetico ha una condizione diversa. Inoltre, potrebbe essere che la vitamina C consumata da Diabestfriens interferisca con il lavoro del farmaco.

Quindi, Diabestfriends deve consultare un medico prima di decidere se assumere vitamina C. Successivamente, il medico determinerà se Diabestfriends può assumere vitamina C e quale dosaggio dovrebbe essere consumato, in base alle condizioni di Diabestfriends. (UH)

Leggi anche: Diabetici, evita i cibi che aumentano i livelli di trigliceridi!

Fonte:

Diabete Nsw & Act. La vitamina C aiuta il tipo 2. Febbraio 2019.

Diabetes.co.uk. La vitamina C è collegata alla riduzione dei livelli di glucosio nel diabete di tipo 2. Febbraio 2019.

Journal of Diabetes, Obesity and Metabolism. L'integrazione di acido ascorbico migliora il controllo glicemico postprandiale e la pressione sanguigna negli individui con diabete di tipo 2: risultati di uno studio randomizzato incrociato. novembre 2018.