Funzione di infusione per pazienti disidratati - guesehat.com

Una notte è arrivato un bambino portato dalla madre al pronto soccorso dell'ospedale. Il bambino sembra piuttosto irrequieto e piange. “Continua a vomitare, dottore”, disse sua madre, “questo pomeriggio sono andata al policlinico vicino a casa mia per le cure. È solo che il vomito non si ferma, la medicina continua a uscire".

Rapidamente il dottore esaminò immediatamente il bambino. Aveva 3 anni ed era chiaro che era già disidratato, privo di liquidi nel corpo. "Da quando vomiti?" chiese il dottore mentre esaminava il bambino.

"Da questo pomeriggio. Bevi un po' di vomito, figuriamoci mangiare. Forse già 5 volte", ha detto sua madre freneticamente.

"Se è così, è meglio essere infusi, signora. Ho paura che la disidratazione peggiori. Più diventa fortemente disidratato, più è difficile infonderlo”.

"Dovrei, dottore? Non posso sopportare di vedere mio figlio farsi una flebo, dottore."

"Sì signora. Per superare la mancanza di liquidi nel corpo. "

"E se non fosse infuso, dottore? Non essere infuso, mi dispiace", supplicò sua madre.

Somministrare liquidi per via endovenosa è una procedura che potrebbe essere normale per noi. In effetti, non è raro che alcuni ospedali vengano a chiedere fluidi per via endovenosa per far sentire il corpo fresco. Tuttavia, questo non è del tutto corretto. Alcune persone sentono che se non hanno ricevuto un'infusione, significa che non hanno ricevuto cure.

Tuttavia, è diverso se abbiamo figli o fratellini. Spesso noi genitori e famiglie non abbiamo il cuore per questa procedura medica. Anche se l'infusione può essere salvavita, che salva una persona dalla disidratazione che è fatale.

Perché deve essere infuso?

Somministrare liquidi per via endovenosa è un modo per reidratare i liquidi che continuano a fuoriuscire dal corpo, come diarrea, vomito, ustioni e così via. La mancanza di liquidi nel corpo può essere fatale, perché può causare il rigonfiamento dei vasi sanguigni crollo e il corpo non può fornire sangue a organi importanti, come cuore, cervello e reni.

In altre parole, gli organi del corpo saranno danneggiati se questa situazione si verifica continuamente. Se una persona può ancora bere e non vomita costantemente, potrebbe essere ancora possibile provare a reidratare i liquidi dalla bocca. Ma in caso contrario, somministrare liquidi per via endovenosa è un modo di scelta.

La cosa è, ci sono alcuni genitori che non capiscono che le infusioni devono essere somministrate se esiste già un'indicazione per l'infusione. Come medici, non ci limiteremo a "giocare all'infusione", senza una ragione apparente.

Negli adulti, il corpo può essere più in grado di compensare questa mancanza di liquidi corporei. Ma nei bambini e negli anziani, la disidratazione può peggiorare la condizione in modo fatale e rapido. Quindi anche i genitori e le famiglie vengono educati a saper riconoscere i segni della disidratazione.

I segni includono occhi infossati, debolezza, rifiuto di bere o avere sete e diminuzione della coscienza (come sonnolenza persistente). Se ciò si verifica dopo diarrea o vomito, portare immediatamente la persona all'ospedale più vicino.

Un'altra cosa che le famiglie devono capire è che l'infusione non è facile, soprattutto per i bambini che piangono e si ribellano. Questa infusione ha la possibilità di fallire, ma tutto sarà comunque fatto secondo le procedure ospedaliere.

Guardare i bambini che vengono infusi è scomodo, ma va notato che questa procedura serve a prevenire la disidratazione nel corpo del paziente. Quindi, si spera che tu rimanga calmo durante l'infusione. Spero sia utile!