Mioma sull'utero - Sto bene

Alcune donne hanno effettivamente fibromi nell'utero per tutta la vita. Tuttavia, la maggior parte di loro non ne è consapevole perché asintomatica. Il mioma è la crescita di cellule tumorali all'interno o intorno all'utero (utero) che non è cancerosa o maligna. I miomi sono anche conosciuti come fibromi, fibromi uterini o leiomiomi. I miomi provengono da cellule muscolari uterine che iniziano a crescere in modo anomalo e alla fine formano un tumore benigno. Sebbene i fibromi siano tumori benigni che non sono cancerosi o maligni, devi comunque essere vigile. Allora, quali sono i sintomi?

Sintomi di fibromi nell'utero

Citato dalla pagina Notizie medicheOggi , alcune donne soffrono di fibromi. Tuttavia, questa condizione a volte passa inosservata perché non ci sono sintomi evidenti. Nelle donne che manifestano sintomi, i seguenti sono alcuni dei sintomi più comuni riscontrati:

  • Sangue mestruale in grandi quantità.
  • Le mestruazioni sono più lunghe del solito.
  • Minzione frequente.
  • Sperimentare la stitichezza alias movimenti intestinali difficili.
  • Dolore o tenerezza nell'addome o nella parte bassa della schiena.
  • Disagio, persino dolore, durante i rapporti sessuali.
  • Problemi con la gravidanza o la fertilità.

Se il fibroma è grande, ci sarà aumento di peso e gonfiore nella parte del corpo tra il torace e il basso addome. Man mano che i fibromi si sviluppano, continueranno a crescere fino alla menopausa. Quando i livelli di estrogeni diminuiscono dopo la menopausa, i fibromi di solito si riducono.

Cause di miomi nell'utero

La causa del mioma è ancora sconosciuta fino ad ora. Questa condizione può essere correlata agli ormoni riproduttivi prodotti dalle ovaie (estrogeni). Durante gli anni riproduttivi, i livelli di estrogeni e progesterone aumentano. Quando gli estrogeni aumentano, specialmente durante la gravidanza, i fibromi tendono a gonfiarsi.

Inoltre, i fibromi si sviluppano anche quando le donne assumono farmaci anticoncezionali che contengono estrogeni. Bassi livelli di estrogeni possono anche causare la riduzione dei fibromi, ad esempio durante e dopo la menopausa.

Si ritiene che anche i fattori genetici influenzino lo sviluppo dei fibromi nell'utero. Quelli di voi che hanno parenti più stretti con questa condizione sono a rischio di sviluppare fibromi. Anche la carne rossa, l'alcol e la caffeina hanno dimostrato di aumentare il rischio di questa condizione. Puoi ridurre il rischio mangiando frutta e verdura.

I miomi sono più comuni nelle donne in sovrappeso o obese. Con l'aumento del peso corporeo, aumenterà anche l'ormone estrogeno nel corpo.

Diagnosi di miomi in utero

I miomi sono spesso asintomatici e di solito vengono rilevati durante un esame dell'utero. Alcuni test per rilevare la presenza di fibromi nell'utero includono:

  • ultrasuoni. Il medico suggerirà un'ecografia o un'ecografia e, se necessario, inserirà un piccolo dispositivo ad ultrasuoni attraverso la vagina.
  • risonanza magnetica. L'esame MRI non solo rileva la presenza di fibromi, ma può anche determinare la dimensione e il numero di fibromi.
  • Isteroscopia. Utilizzando un piccolo dispositivo fotografico, uno strumento viene inserito attraverso la vagina nell'utero attraverso la cervice. Se necessario, il medico eseguirà contemporaneamente una biopsia per identificare potenziali cellule tumorali.
  • Laparoscopia. Il medico di solito pratica un piccolo foro attorno all'ombelico per inserire un tubicino dotato di una telecamera per trovare il mioma e di solito rimuoverlo o distruggerlo tutto in una volta. Quindi questa laparoscopia è uno strumento di rilevamento oltre che per la terapia.

Trattamento o trattamento del mioma

I miomi che non causano problemi, di solito non richiedono un trattamento speciale. Durante o dopo la menopausa, i fibromi si ridurranno o addirittura scompariranno da soli senza essere sottoposti a trattamento. Il trattamento verrà effettuato solo su fibromi che causano sintomi. Tuttavia, se il trattamento non ha alcun effetto, sarà necessario eseguire una procedura chirurgica.

Bene, per ridurre le possibilità di questa condizione, inizia ad adottare uno stile di vita sano. Mangia frutta e verdura ricche di beta carotene, acido folico, vitamine C, E, K e altri minerali. (TI/AY)