Disturbi della coagulazione del sangue | sono sano

La coagulazione del sangue, nota anche come trombosi, è una malattia del sangue sotto forma di coaguli di sangue che si formano quando il sangue cambia da liquido a solido. Questo processo di coagulazione del sangue è necessario quando si verifica una lesione, in modo che l'emorragia possa essere fermata. Tuttavia, i coaguli di sangue che non sono così assetati sono in realtà pericolosi, anche per le donne in gravidanza.

Chiunque può avere un disturbo della coagulazione del sangue. Tuttavia, le donne in gravidanza hanno un rischio maggiore di sviluppare disturbi della coagulazione del sangue durante la gravidanza fino a 3 mesi dopo il parto.

La maggior parte delle madri con disturbi della coagulazione del sangue può ancora avere gravidanze sane. Tuttavia, la condizione può rappresentare un problema per alcune mamme in quanto può portare a un parto prematuro. Quel che è peggio, può causare la morte di madre e bambino.

Leggi anche: 5 complicazioni della gravidanza nel secondo trimestre a cui prestare attenzione

Cause delle donne in gravidanza vulnerabili ai disturbi della coagulazione del sangue

I cambiamenti naturali nel corpo di una donna durante la gravidanza, il parto e il periodo di 3 mesi dopo il parto possono esporre una donna a un rischio maggiore di sviluppare coaguli di sangue.

Durante la gravidanza, è più facile per le donne coagulare il sangue per ridurre la perdita di sangue durante il travaglio e il parto. Le donne incinte possono anche avere un'ostruzione del flusso sanguigno alle gambe più avanti nella vita perché i vasi sanguigni intorno al bacino sono compressi dal feto in crescita.

Inoltre, il movimento limitato o inferiore (immobilità) dovuto al riposo a letto dopo il parto può limitare il flusso sanguigno nelle gambe e nelle braccia, aumentando il rischio di una donna di sviluppare coaguli di sangue.

Quindi, se sei incinta e hai avuto problemi con i coaguli di sangue in passato, non dimenticare di dirlo al tuo ginecologo quando fai il tuo primo controllo di gravidanza.

In questo modo, il medico può eseguire un esame del sangue per scoprire se si soffre di trombofilia o meno. La trombofilia è una condizione di salute che aumenta le possibilità di una persona di produrre coaguli di sangue anormali.

Alcune donne incinte che hanno la trombofilia devono assumere farmaci che fluidificano il sangue per impedire che i coaguli di sangue si ingrandiscano e prevengano la formazione di nuovi coaguli di sangue.

Leggi anche: Guardare la TV troppo a lungo può causare coaguli di sangue

Rischio di disturbi della coagulazione del sangue nelle donne in gravidanza

I coaguli di sangue che si verificano durante la gravidanza possono causare problemi. Se hai coaguli di sangue o un tipo di trombofilia chiamata sindrome antifosfolipidica, è più probabile che sviluppi complicazioni che possono influire sulla salute tua e del tuo bambino, tra cui:

  • Coaguli di sangue nella placenta. La placenta cresce nell'utero per fornire cibo e ossigeno al feto attraverso il cordone ombelicale. I coaguli di sangue nella placenta possono interrompere il flusso sanguigno al feto. Questo può danneggiare il feto nel tuo grembo.
  • Attacco di cuore. Di solito si verifica quando il sangue si coagula, bloccando il flusso di sangue e ossigeno al cuore. Senza sangue e ossigeno, il cuore non può pompare il sangue correttamente, causando la morte del muscolo cardiaco. Un attacco di cuore può causare danni cardiaci o morte.
  • Scarsa crescita del bambino. In termini medici si chiama restrizione della crescita intrauterina (IUGR), una condizione in cui il bambino ha una crescita ridotta nell'utero.
  • Cattiva amministrazione. Una condizione in cui il feto muore nell'utero prima delle 20 settimane di gestazione.
  • Insufficienza placentare. Si verifica quando la placenta non funziona come dovrebbe, il che significa che il bambino riceve meno cibo e ossigeno.
  • Preeclampsia. Di solito, si verifica dopo la 20a settimana di gravidanza o dopo il parto. Una condizione in cui si hanno proteine ​​in eccesso nelle urine e ipertensione.
  • Nascita prematura. Il momento in cui il tuo bambino nasce prima delle 37 settimane di gestazione.
Leggi anche: Cause dei bambini prematuri

Parlate con il vostro medico dei rischi e dei modi per prevenire la formazione di coaguli di sangue durante la gravidanza. Dovresti anche essere consapevole dei sintomi in modo da poter cercare immediatamente un trattamento medico se necessario.

Il trattamento precoce può aiutare a prevenire la formazione di coaguli di sangue e prevenire altre condizioni pericolose. Sebbene la formazione di un coagulo di sangue non sia sempre accompagnata da sintomi, ecco alcuni sintomi a cui dovresti prestare attenzione:

- Gonfiore degli arti bloccati da coaguli di sangue, ad esempio agli arti inferiori.

- Dolore o indolenzimento ma non dovuto a lesioni

- Pelle calda e arrossata o scolorita.

Leggi anche: I coaguli di sangue scatenano ictus e infarti, riconosci i sintomi!

Riferimento:

Ejog. L'influenza della viscosità del sangue intero materno sulla crescita fetale

MD. Coaguli di sangue e gravidanza