Prima e dopo i pasti: quando assumere i farmaci?

'Mamma, oggi ho ricevuto tre tipi di medicine dal dottore, mamma! La prima medicina viene presa 30 minuti prima di mangiare, la seconda medicina viene presa dopo aver mangiato e la terza medicina viene presa nel bel mezzo del pasto, giusto!" "Oh, signora, perché è così confusa! Non posso mangiare tutto in una volta?'

L'illustrazione sopra accade davvero, infatti la vivo quasi tutti i giorni quando consegno la medicina ai pazienti. Forse anche tu sei stato in questa condizione, dove ci sono varie regole per l'assunzione di medicinali, che possono confonderti e alla fine possono portarti a prendere la medicina sbagliata. Una cosa è certa, tutte le regole per l'assunzione di questi farmaci non sono create per renderti confuso o complicato, davvero! Le regole per l'assunzione di farmaci prima, durante o dopo i pasti sono stabilite perché risulta che il modo in cui prendi i farmaci può influenzare l'effetto del farmaco che ricevi. In generale, ci sono quattro modi e tempi in cui è meglio assumere farmaci in base al divario tra i pasti. Farmaci da assumere a stomaco vuoto (1 ora prima di mangiare O 2 ore dopo aver mangiato), farmaci da assumere prima di mangiare, farmaci da assumere durante i pasti e, infine, farmaci che si consiglia di assumere dopo aver mangiato.

Leggi anche: Cose importanti a cui prestare attenzione quando si assumono farmaci

Medicinali da assumere a stomaco vuoto

In alcuni di questi farmaci, la presenza di cibo interferirà con l'assorbimento del farmaco dal tratto gastrointestinale. Quindi la storia è che la medicina che prendi deve essere assorbita dallo stomaco o dall'intestino nel flusso sanguigno. Una volta nel flusso sanguigno, il farmaco può viaggiare dove deve funzionare, avere un effetto terapeutico e alleviare i sintomi e i disturbi. Immagina se la presenza di cibo interferisce con la quantità di medicinale che viene assorbita nel sangue, il numero di farmaci che possono funzionare per alleviare i sintomi e la malattia diminuirà. Di conseguenza? Naturalmente, la tua lamentela o malattia diventa ingestibile! Esempi di farmaci che dovrebbero essere assunti a stomaco vuoto sono gli antiacidi per alleviare le ulcere, la rifampicina e l'isoniazide (farmaci per la tubercolosi), gli sciroppi contenenti sucralfato (di solito rosa, usato per la dispepsia).

Farmaci presi PRIMA di mangiare

Ci sono diversi motivi per cui si consiglia di assumere un farmaco prima di un pasto (di solito circa 30 minuti prima di un pasto). Innanzitutto, lascia che ti parli degli inibitori della pompa protonica, come omeprazolo, pantoprazolo, esomeprazolo e lansoprazolo. Quelli di voi che hanno sperimentato un'eccessiva secrezione di acido gastrico potrebbero avere familiarità con la prescrizione di questi farmaci dal medico. Per questi farmaci, gli studi hanno dimostrato che il farmaco funziona meglio se non c'è cibo nel tratto digestivo. Questo perché il cibo stimolerà un'area dello stomaco chiamata pompa H/K/ATP-asi a produrre acido gastrico. Per quanto riguarda i farmaci domperidone e metoclopramide che solitamente i medici prescrivono per trattare i sintomi di nausea e vomito, si consiglia di assumerli 30 minuti prima di mangiare, per lo stesso motivo del punto precedente: la presenza di cibo inibirà l'assorbimento del farmaco da parte del tratto digestivo.

Farmaci assunti mentre si mangia

Ciò che significa prendere medicine durante i pasti è che prima prendi qualche boccone del tuo cibo, poi prendi la medicina che devi prendere e poi continui a mangiare di nuovo fino a quando non hai finito. Un esempio di farmaco che dovrebbe essere assunto in questo modo è un integratore contenente calcio (Ca). Il cibo stimolerà la produzione di acido dello stomaco, dove questo acido dello stomaco aiuterà ad assorbire il calcio dal tratto digestivo. Pertanto, si consiglia di assumere calcio quando c'è cibo. Il prossimo esempio è un integratore che contiene vitamina D. La vitamina D è una vitamina liposolubile, quindi sarà assorbita meglio se c'è la presenza di cibo, soprattutto pasto abbondante .

Farmaci assunti DOPO aver mangiato

Bene, forse questa è la regola per prendere la medicina che è più familiare alle tue orecchie, sì! I farmaci che si consiglia di assumere dopo i pasti di solito hanno proprietà che possono irritare il rivestimento della mucosa nel tratto gastrointestinale. La presenza di cibo fungerà da "cuscinetto" in modo da ridurre al minimo l'irritazione del farmaco al tratto gastrointestinale. Ad esempio, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come acido mefenamico, diclofenac sodico e potassio, ketoprofene e dexketoprofene, ibuprofene e antalgina. Un altro esempio sono i farmaci che di solito vengono prescritti dai medici se si verificano disturbi nell'area della prostata, ovvero tamsulosina e dutasteride. Wow, ci sono così tante ragioni dietro la regola di prendere medicine! Si scopre che tutte le regole per l'assunzione di farmaci sono fatte per garantire che il farmaco venga assorbito in modo più ottimale in modo che in seguito saprai quando è meglio assumere il farmaco in grado di fornire il massimo effetto terapeutico. Inoltre, per ridurre gli effetti collaterali dei farmaci. Quindi, è altamente raccomandato che tu prenda il medicinale secondo le istruzioni fornite, per il tuo recupero! È un peccato, vero, se il medicinale che hai comprato non dà l'effetto che ti aspetti solo perché il modo in cui lo prendi non è del tutto corretto? Se sei confuso, puoi usare il tuo gadget per ricordarti di prendere la medicina. Può essere con una funzione di promemoria, oppure puoi anche scaricare diverse applicazioni per smartphone per promemoria sui farmaci. Presta molta attenzione alle regole di consumo elencate sull'etichetta del medicinale che ricevi e, in caso di dubbi, puoi chiedere al farmacista che ti ha dato il medicinale. Saluti sani!